se qualcuno potesse arrivare al ministro Fioroni…

G. è un’amica, ci siamo conosciute al corso pre-parto, porta avanti la
sua vita e quella della sua famiglia con una leggerezza d’animo quasi
incredibile, considerate le difficoltà del loro quotidiano. Con il marito
fanno i turni (lui per lo più lavora di notte, in modo da poter seguire le
due bambine di giorno quando G. è al lavoro). Lavorano entrambi con impegno nella Pubblica Amministrazione, credono nei diritti, quelli normali, civili, di base. Sono persone normali, in una
realtà in cui la normalità mi pare pratica sempre più difficile.

Bisogna fare qualcosa!

Ill.mo dott. Fioroni, chi le scrive è una delle tante mamme che quotidianamente si trova a dover convivere con i problemi e le difficoltà di una ragazzina disabile.
Mia figlia, 12 anni, è affetta da una sindrome rara che le impedisce, tra le altre cose, di comunicare correttamente. Non è questa la sede opportuna per raccontare gli enormi sforzi fatti in questi anni per comprendere a fondo i suoi problemi e pianificare un programma mirato che le insegnasse a comunicare, con il supporto fondamentale degli operatori scolastici e degli insegnanti di sostegno in particolare. Le lascio solo immaginare le difficoltà.
Quest’anno c’è stato il passaggio, già di per se’ problematico, nella scuola media (c/o l’Istituto San Giuseppe Calasanzio di Milano).
Tutto sembrava andare per il meglio. L’insegnante di sostegno arrivata “puntuale” all’inizio di Ottobre era fortemente motivata e si era attivata per trovare strategie che le permettessero di relazionarsi con lei, conquistare la sua fiducia e intervenire sul piano cognitivo, anche e soprattutto per integrarla nel resto della classe.
Noemi era serena, andava a scuola volentieri e aveva anche fatto dei piccoli progressi.
Ma ecco che, con la stessa inquietante puntualità degli anni scorsi, a metà dicembre ci comunicano che questa insegnante non ci sarà più: è stata pubblicata la graduatoria definitiva per gli insegnanti di sostegno e di conseguenza il posto è stato assegnato a un’altra persona. Noemi piange perchè non vuole andare a scuola, assume degli atteggiamenti di autolesionismo dapprima accantonati per manifestare la sua rabbia. Ci esaspera, non sappiamo più come prenderla e come giustificarle questo cambio in “itinere”, di per sè senza senso.
Mi rivolgo a Lei che ha promesso maggiore interesse e sensibilità nei confronti del problema degli insegnanti di sostegno. Nonostante il gran parlare che si fa di diritti dell’infanzia, di diritti di integrazione dei disabili, di continuità educativa eccetera, ecco che mia figlia deve ricominciare tutto da zero, ancora una volta! Ecco che, ancora una volta, i nostri figli sono considerati dei semplici numeri.
Indignata per questa notizia che per me è fuori da ogni logica, invio un fax alla scuola spiegando le mie ragioni e chiedendo di evitare questa sostituzione, ma la scuola risponde che non può in alcun modo sottrarsi a questa normativa e mi conferma anzi che l’insegnante di sostegno è stata sostituita.
Ma è possibile che non si riesca a programmare in modo serio l’attività di questi insegnanti? E’ possibile che se si conoscono i tempi per l’approvazione delle graduatorie definitive, queste vengano fatte a dicembre e non a giugno?
Sono assolutamente indignata e non riesco proprio a concepire come non si comprenda che stiamo parlando di bambini e ragazzi che si trovano già in una situazione di difficoltà e non per loro scelta!
Mia figlia non parla e l’insegnante che la seguiva aveva persino frequentato un corso sulla comunicazione alternativa, aumentativa, al fine di capire meglio come utilizzare la tabella, l’unico strumento di comunicazione di mia figlia.
Tutto ciò rappresenta un enorme spreco di risorse, di energie, di tempo e tutto sulla pelle dei nostri figli. Per noi che viviamotutti i giorni queste difficoltà, tutto ciò è un vero dramma. Per altro, non si tratta di una novità: visto che il problema si è verificato anche negli anni scorsi.
Mi aspetto che questa situazione venga sanata immediatamente. Mi aspetto che l’insegnante che ha seguito mia figlia con passione e dedizione ritorni ad occuparsi di lei. Mi aspetto che questa situazione non si ripresenti più i prossimi anni e che le graduatorie siano definitive all’inizio dell’anno scolastico.

Annunci

3 Responses to “se qualcuno potesse arrivare al ministro Fioroni…”


  1. 1 rebeccah 16 01 2008 alle 3:17 pm

    come la capisco.
    anche per gli studenti “normali” il problema sussiste.
    mia figlia alle elementari ha cambiato OGNI ANNO le maestre, quelle fondamentali.
    e ogni anno i bambini hanno dovuto ricominciare tutto daccapo, e le maestre conoscere loro ex novo.
    l’educazione in italia è in una situazione indecente nella maggioranza dei casi.
    per arrivare a fioroni potrebbe provare a mandare una mail a tutti i deputati
    http://www.aerrepici.org/Deputati.txt
    e a tutti i senatori
    http://www.senato.it/leg/15/BGT/Schede/Attsen/Sena.html
    qualcuno che risponde ci sarà!

  2. 2 mammaepoi 17 01 2008 alle 1:28 am

    caspita, che situazione lacunosa. ha ragione rebeccah, un’idea potrebbe essere quella di mandare una mail a deputati e senatori. oppure mandare un comunicato a radiopopolare??

  3. 3 Annie 17 01 2008 alle 5:52 pm

    grazie per la vostra attenzione, e anche per aver lasciato un commento. valuteremo con G. tutte le ipotesi d’azione.
    Sappiamo bene che l’insegnante non può tornare. Ma c’è bisogno di attenzione su questi temi; è anche necessario che cambi questo sistema, l’anno prossimo non si deve ripetere tutta questa fatica!

    vi aggiornerò non appena ci saranno novità.

    A.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




gennaio: 2008
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

da dove leggete?

a

quello


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: