lettera d’amore

amore mio lontano e immaginato, qualche volta ti penso. e poi svanisci. a volte penso ad un noi, che è progettuale, proiettato, futuro e già presente. ti idealizzo. ci metto su un piedistallo. rendo tutto teorico e strutturato. ma è nel contatto che avviene l’alchimia. ed è inaspettato e misterioso. imprevedibile. stare insieme è qualcosa che non ho imparato. ogni giorno ci scontriamo. come una danza fra ubriachi. aritmica. senza regole. ho paura del tuo giudizio. ho paura di non piacerti. di stufarti. di fracassarti infine le palle. mica è facile stare con me. mica è facile stare con te. ma io e te abbiamo qualcosa in comune. qualcosa oltre alle due belve nate dal mio seno. una specie di linguaggio fatto di significato e molto significante. parole che ci rappresentano. spesse e profonde. eppoi la pelle. l’incastro perfetto. e poi quella visione del nostro avvenire compatibile; che si arrichisce e si modula. che trova una sua dimensione lentamente. in cui le due belve sono ampiamente protagoniste. ma dove ci siamo anche noi. ognuno pieno di dubbi su come vedrà se stesso e se la possibilità di stare insieme sarà ancora reale, domani e il giorno dopo. mi sento sempre appesa ad un filo. temo sempre che questo legame chimico e misterico si sciolga, e di guardarti come l’estraneo che sei. perchè sei altro e inafferrabile. stupenda incognita. ma ci sono dei tratti di te che davvero do per scontati; e non sono comuni. e li ho sempre amati. e vedo gli altri che li apprezzano e non notano i mille difetti che mi segano i nervi. e invece sei proprio speciale: nel cogliere al volo. nella tua pacatezza. nel tuo essere generoso ed rispettoso, fino a trascurare te stesso per gli altri. nel darti sempre. nell’appassionarti.nel credere nelle persone. nella tua ironia. nella tua capacità di andare fino in fondo, senza nessuna paura delle responsabilità. nella tua onestà. (vabbè, poi hai un culo bello come quello di Apollo… ma se mi legge mio padre?!) vorrei che mi leggesse tutto il mondo. ma tu per primo. perchè è vero che bisogna prendersi cura. e stare attenti. e non abbassare la guardia. troppo prezioso quello che abbiamo. troppo fragile. e io, col mio tatto d’elefante. devo stare attenta. voglio fortissimamente farlo. ora la iena si è svegliata. io davvero non posso continuare. anche se vorrei. chiudo, veloce, tronca, lapidaria. ti amo a.

Annunci

0 Responses to “lettera d’amore”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




agosto: 2007
L M M G V S D
« Lug   Set »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

da dove leggete?

a

quello


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: