essere visti per esistere?

godersi la vita. essere in equilibrio. quando i bisogni fondamentali: il cibo, il sonno (!?!), il proteggersi dal freddo sono soddisfatti si passa a bisogni più evoluti… a parte la stanchezza cronica, in questo periodo sto piuttosto bene. e allora la mente cerca di capire quali sono le fonti dell’ansia, quali le possibilità di soluzione. il piacere, del corpo e della mente, l’appagamento da cosa derivano… prima di tutto il riuscire nel fare, vedere che le proprie azioni hanno i risultati desiderati. un premio per la fatica. però non basta per essere soddisfatta. io non mi piaccio. e desidero piacere agli altri. a loro, a volte piaccio. e allora. per un istante sono contenta. ma ovviamente non mi basta. e poi non c’è davvero mai la certezza. sarebbe bello piacersi, amarsi un po’. per certi versi sarebbe anche comodo. bisognerebbe innanzi tutto partire dal reale. da un reale contatto con se stessi. con il proprio corpo, che poi E’ il sè. e io lì ho un black out. io ho contatto con un me ideale, immaginato. che è perfetto o raccapricciante. mai (spero) vero. sempre una sorpresa. ecco, riappropriarmi di me, del mio corpo. non aver bisogno di essere vista per esistere.
comincio da qui.

Annunci

0 Responses to “essere visti per esistere?”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




maggio: 2007
L M M G V S D
    Giu »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

da dove leggete?

a

quello


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: